Ricordi

Ritorno a Strategia e Tattica, in via del Colosseo 5. Non trovo foto d’epoca, ma la ricordiamo bene in tanti. Ci sono passato poco prima di andare a Lucca Comics & Games, a curiosare. Ora il negozio fa da sala delle colazioni per una residenza turistica, la saletta sul retro dove facevamo volontariato dimostrando giochi ai neofiti è aperta all’esterno e ha un bancone a cui si spinano birre. La divulgazione del gioco di simulazione e di ruolo deve molto a queste mura e a Roberto Flaibani che da qui ha lanciato molte delle sue benemerite imprese.

Andrea Angiolino

Per quello che mi riguarda Andrea Angiolino l’ho conosciuto a Ferrara, dove era stato invitato da Luca Balestra (appassionato di wargames e non a caso ora docente di storia).

Nel 1998 invitai poi al Cyberfest il suo “maestro” Luca Giuliano che si occupava di mettere in rete i giocatori

Vga planets

Eravamo nel 1997, come associazione ci eravamo appena denominati Araba Fenice e aperto un BBS a Bondeno dove ospitavamo testi inediti; per passare il tempo giocavamo con il gioco creato da Tim Wisseman (un Play By E Mail) (fate le vostre ricerche in proposito).

Oggi ho incontrato per caso uno dei soci fondatori che mi ha detto che lui gioca ancora:

https://planets.nu/#/home

A suo tempo avevo pagato il gioco e anche ospitato l’host per processare i turni delle mosse…

Patreon a Lucca

info

Patreon sta per arrivare a Lucca Comics & Games e vogliamo offrirvi uno spazio in cui possiate mettervi in contatto con noi, incontrare altri creator che stanno lavorando a progetti interessanti e condividere le vostre ultime esperienze su Patreon.  Ci piacerebbe davvero sentire da voi cosa sta succedendo nel vostro mondo e raccontarvi le novità del nostro.

L’evento ti darà l’opportunità di:

  • Incontrare il team di Patreon.
  • Entrare in contatto con la community italiana di creator.
  • Scoprire come gli altri creator italiani fanno crescere la loro community.

Rispondi per prenotare il tuo posto

Nome  *Inserisci il tuo nome di battesimo

Cognome *Inserire il cognomeEmail *you@your.email

Hai già la pagina Patreon? *Si prega di scegliere sì o no

Link al sito web, alla pagina Patreon o all’account social in cui pubblichi le tue creazioni:Patreon, YouTube, Spotify…

Codice Di Condotta

Calendario Eventi

Forum della Community

Server Discord

Centro Assistenza

Patreon pe

La nuova normalità

Come previsto dal decreto legge pubblicato su Gazzetta Ufficiale, tutti i 𝘃𝗶𝘀𝗶𝘁𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶, 𝗲𝘀𝗽𝗼𝘀𝗶𝘁𝗼𝗿𝗶, 𝗳𝗼𝗿𝗻𝗶𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗲 𝗽𝗲𝗿𝘀𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗶 𝘀𝗲𝗿𝘃𝗶𝘇𝗶𝗼 che accederanno a 𝗣𝗹𝗮𝘆 – 𝗙𝗲𝘀𝘁𝗶𝘃𝗮𝗹 𝗱𝗲𝗹 𝗚𝗶𝗼𝗰𝗼 dovranno presentare il 𝗚𝗿𝗲𝗲𝗻 𝗣𝗮𝘀𝘀

FAQ: Dove posso fare il tampone?

In prossimità del Quartiere Fieristico si trovano le seguenti farmacie che effettuano tamponi previa prenotazione:

Farmacia Centro Commerciale Grandemilia di Lolli Dr. Laura
Via Emilia Ovest, 1480 – 41123 Modena – Tel 059 848755
Lun- Sab 9.00-21.00
Dom 9.00 – 20.00

Farmacia Comunale Modena Ovest
Via del Giglio,19 – 41123 Modena – Tel 059821316
Lun-Ven 8.00-19.30
Sab 8.30 – 19.30

Nuovo gioco

Per fortuna io non frequanto più la ludoteca di Bondeno (che ho contribuito a fondare); ovviamente Draghi si è accodato a Macron per consentire l’accesso nei locali solo ai vaccinati (che ovviamente rimangono contagiosi, come facciamo rilevare in altri blog).

Purtroppo per lui (e nonostante i numerosi tentativi della sinistra di eliminarla) in Italia abbiamo ancora una costituzione (che lui ha bypassato imitando Conte e i suoi DPCM); quindi non appena i decreti saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, saranno inondati di ricorsi.

Si tratta solo di vedere se i giocatori ripiegheranno nel privato, come hanno fatto finora o reagiranno…

Ludoteca di Bondeno

Si era alla fine degli anni ’90 con ancora Ettore Campi come Sindaco di Bondeno; fu allora che mi attivai per organizzare la manifestazione denominata Cyberfest (cyberfest.bondeno.com) che prevedeva la partecipazione di tre associazioni appena costituite:

  1. Araba Fenice;
  2. Ludoteca;
  3. Circolo del Cinema

La manifestazione ebbe due edizioni (con manifestazioni minori in seguito).

Ospite della prima per la sezione ludica fu Luca Giuliano, della seconda Angelo Porazzi.

Dopo il Covid, unico residuo sono i gruppi su Facebook

Istruzioni per l’uso

Visto che il sito originale esiste tuttora sul blog di Google diamo qualche istruzione per orientarsi qui su WordPress: la cosa più semplice è scorrere gli articoli verso il basso poi fermatevi su uno che vi interessa e cliccate sul titolo; uno dei menu in basso contiene l’archivio diviso per mese di pubblicazione (oppure se conoscete il titolo cercatelo nella casella apposita ad esempio Speed Circuit).

Austerlitz

La battaglia di Austerlitz (in francese Bataille d’Austerlitz; in tedesco Schlacht bei Austerlitz; in russo Битва под Аустерлицем?, traslitterato Bitva pod Austerlicem; in ceco Bitva u Slavkova), detta anche battaglia dei tre imperatori[N 1], fu l’ultima e decisiva battaglia svoltasi durante la guerra della terza coalizione, parte delle guerre napoleoniche.

Fu combattuta il 2 dicembre 1805 (11 frimaio, anno XIV del CRF) nei pressi della cittadina di Austerlitz (l’attuale comune di Slavkov u Brna nella Repubblica Ceca, nelle vicinanze di Brno) tra la Grande Armée francese composta da circa 73 000 uomini comandati dall’imperatore Napoleone Bonaparte e un’armata congiunta, formata da russi e austriaci, composta da oltre 85 000 uomini comandati dal generale russo Michail Illarionovič Kutuzov, con la collaborazione del generale austriaco Franz von Weyrother che era stato l’ideatore del piano di battaglia austro-russo[5].

Dopo avere accerchiato e distrutto un’intera armata austriaca durante la campagna di Ulma, le forze francesi occuparono Vienna l’11 novembre 1805[6]. Gli austriaci riuscirono a evitare ulteriori combattimenti fino all’arrivo dei rinforzi russi. Napoleone necessitava di una vittoria decisiva e, per attirare gli avversari sul terreno di battaglia da lui scelto nei pressi di Austerlitz, finse di trovarsi in difficoltà facendo ripiegare le sue avanguardie e indebolendo deliberatamente il suo fianco destro. I generali austro-russi concentrarono la maggior parte delle forze contro la destra francese, sguarnendo pericolosamente il centro del loro fronte, che subì il violento attacco di sorpresa del IV Corpo del Maresciallo Nicolas Jean-de-Dieu Soult. Dopo il crollo del centro nemico, i francesi poterono sbaragliare entrambi i fianchi dello schieramento nemico e costrinsero gli alleati ad una fuga disordinata, catturando migliaia di prigionieri.