Diplomacy

Diplomacy è stato creato da Allan B. Calhamer nel 1954 e pubblicato commercialmente per la prima volta nel 1959. Da allora è stato pubblicato dalla Games Research, Avalon Hill, e dalla Hasbro. In Italia è stato pubblicato dalla Mondadori Giochi e quindi dalla Editrice Giochi. Fin dagli anni sessanta Diplomacy è stato giocato per posta. La prima partita per posta giocata in Italia iniziò nel 1972, organizzata da Il Corriere Diplomatico (scomparso nel 1982). Più recentemente è diventato popolare il gioco tramite e-mail, con arbitro umano o automatico. Il retro dell’edizione statunitense vanta che Diplomacy è stato il gioco preferito di John F. Kennedy e di Henry Kissinger;[2] Kissinger lo descrisse come il suo gioco preferito in un’intervista.[3] In occasione del suo 50º anniversario, nel gennaio 2008 è uscita una riedizione del gioco, in Italia pubblicata dalla Mondadori Giochi. 
Così dice Wikipedia, (alla cui ottima scheda rimandiamo per la descrizione del gioco e delle regole), ma la parte più interessante è questa:
Nell’ambito della teoria dei giochi, Diplomacy è un gioco a informazione completa, statico, non cooperativo e, dopo che tutti i centri liberi sono stati presi, un gioco a somma zero, quindi soggetto all’ottimo paretiano e perciò non presenta l’equilibrio di Nash.
In parole povere l’ottimo paretiano si ha quando una situazione che avvantaggia qualcuno inevitabilmente danneggia, nella stessa misura, qualcun altro; se invece ci fosse una soluzione ottimale per tutti (equilibrio di Nash) questa sarebbe la soluzione strategica del gioco.

Il meccanismo di gioco, che prevede che tutti facciano contemporaneamente e in segreto la mossa del turno, non consente di sapere in anticipo il risultato, che dipende soprattutto dalle alleanze che i giocatori concordano (ma che possono non rispettare).

Ecco perché la mancanza di casualità (ottenuta in altri giochi dal tiro di dadi) e la affidabilità di ogni giocatore (fino a 7, ciascuno dei quali impersona una grande potenza alla vigilia della prima guerra mondiale) rendono la fase diplomatica centrale nella economia del gioco.

Pubblicato da uacmio47

manifestazione ricominciamo dal futuro

Una opinione su "Diplomacy"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: