International Team

La International Team (IT) fu un editore di giochi italiano fondato alla fine degli anni settanta, inizialmente si occupò di puzzle, ma con l’arrivo di Marco Donadoni e Massimo Petrini iniziarono a pubblicare wargame e giochi da tavolo. Per poter essere facilmente esportati i giochi venivano in genere pubblicati con regolamenti oltre che in italiano anche in altre lingue (generalmente francese, tedesco e inglese). La ditta chiuse nel 1987.

Furono i primi e più famosi editori di wargame italiano: prima dei loro prodotti, in Italia è apparso solo il wargame su mappa esagonale Corteo (ideato dal C.UnS.A., Cooperativa Un Sacco Alternativa, e pubblicato da I Libri del No). Nonostante molti dei giochi prodotti dalla International Team fossero assolutamente sbilanciati e/o pieni di regole inverosimili, alcuni di questi (come VII Legio o Zargo’s Lords) sono rimasti nel cuore degli appassionati.
http://it.wikipedia.org/wiki/International_Team

Quanto dice wikipedia è talmente vero che si trova tantissimo materiale (compreso il gioco) non solo in Italia, ma anche all’estero.

In effetti, quando ho cominciato questo blog volevo semplicemente ricordare alcuni dei giochi che avevo “scoperto” negli anni ’70, pensando che fossero adesso sconosciuti; in realtà chi li ha giocati è stato prodigo di pubblicazioni su web, per cui il mio elenco diventa a questo punto un memorandum ulteriore per le giovani generazioni che capitano qui casualmente.

Per me è stata anche un’occasione per approfondire la conoscenza di aspetti che ignoravo prima di Internet (e prima di Lucca Games) quando le conoscenze erano affidate a riviste-fanzine, spesso straniere, alle manifestazioni specializzate e al passa-parola tra giocatori che si incontravano nei negozi specializzati.

Tanto per dire, Marco Donadoni lo incontrai a Bergamo ad una manifestazione di gioco da lui organizzata e la recensione del suo Zargo’s Lord qui citata è di Angelo Porazzi (conosciuto a Bondeno) che prese ispirazione proprio dai disegni di Enea Riboldi per il suo Warangel.

Merito di Zargo’s Lord, uscito nel 1979, è stato proprio quello di essere stato l’apripista in Italia del wargames, che (anche per le difficoltà della lingua inglese) aveva fino ad allora avuto un mercato ristretto a pochi appassionati.
Inoltre anche l’ambientazione fantasy (i popoli originari sono Alati, Cavalieri, Draghi, Monaci) ne favorì la diffusione; assieme ovviamente ad una grafica accattivante e a una plancia di gioco inusuale.

Come rilevato da Porazzi, oggi a sua volta autore e leader nel campo dei giochi autoprodotti, le regole avrebbero potuto essere perfezionate con un feedback più immediato da parte dei giocatori (personalmente ricordo il diverbio sorto sul fatto che le fiamme dei draghi potessero valicare le montagne!), ma allora non c’era internet.

Vista l’abbondanza di materiale in rete, rimando senz’altro al sito: http://zargosl.free.fr/zargos-F.html, dove potete trovare persino le immagini delle pedine da ritagliare, oltre alle regole.
Se invece volete acquistarlo, si trova facilmente, oltre che sul solito e-bay , anche in un sito specializzato.

Degno sicuramente di nota è anche VII legio, che però è più un gioco di ruolo ed esula dai limiti di questo blog dedicato ai boardgame.

Pubblicato da uacmio47

manifestazione ricominciamo dal futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: